Federica: un anello con sorpresa!

Condividi l'amore:

L’ anello di fidanzamento per Federica è stato una grande sorpresa, penso di poter dire: “Una sorpresa ben riuscita!”

Una mattina Federica ha notato un’insolita busta bianca sulla mensola dell’ingresso, l’ha aperta per curiosità e all’interno ha trovato un biglietto del treno di sola andata per Venezia e un messaggio: “Appuntamento a mezzogiorno a Punta della Dogana”. Per lei la storia dell’anello è cominciata in quel momento, ma per me è iniziata molto prima, quando un amico mi ha suggerito l’idea di un anello artigianale su misura.

Federica e Cesare il giorno del loro matrimonio.

Curiosando in internet per saperne di più ho digitato “anello di fidanzamento” ed è così che ho trovato il sito di Eva Franceschini. Mi ha affascinato leggere che il diamante è unico come l’amore che unisce due persone e che ha un valore simbolico anche perché è la pietra preziosa più dura presente in natura.

Ho apprezzato molto il modo in cui Eva ha avviato il progetto “anello con sorpresa”. Mi ha detto: “Prima di tutto raccontami la vostra storia, chi siete e come vi siete conosciuti”. L’aspetto che ho più gradito nel lavoro di co-design è stata la disponibilità e la capacità di motivare ogni proposta e spiegare anche le ragioni tecniche delle scelte di forme e materiali.

Eva ha saputo creare un dettaglio che dà grande valore all’anello: la forma di un abbraccio che avvolge la pietra. L’idea mi è subito piaciuta perché rende unico l’anello dandogli un valore inestimabile a confronto con i prodotti commerciali presenti sul mercato.

Ho accolto con favore anche la proposta del diamante etico, un aspetto a cui di solito non si dà peso (o non si vuol dare),  ma secondo me ha la sua importanza e il suo significato.

Tutto si è svolto via e-mail e telefono, non ci siamo incontrati personalmente fino al giorno in cui ho ritirato l’anello, ma non ho mai avuto dubbi sulla sua onestà, forse anche perché siamo coetanei.

Consiglierei a un amico di rivolgersi a Eva? Certamente!

Cesare

Comments are closed.