L’anello etico per Sara

Condividi l'amore:

Dopo 10 anni di fidanzamento mi sono deciso: “è giunta l’ora di sposare Sara”, mi sono detto. E se c’era una cosa sulla quale la mia futura sposa, donna molto attenta ai valori e ai diritti umani, si era sempre raccomandata, era quella che, nel momento in cui avessi scelto di darle l’anello, avrei dovuto porre attenzione nel trovarne uno che avesse un diamante etico e che rispettasse i diritti dei lavoratori. Sara voleva un anello etico!

Mi sono dunque imbattuto in una ricerca online per capire dove trovare questi cosiddetti “anelli liberi da conflitti” e in realtà non ho trovato poi molte gioiellerie che potessero soddisfare questa mia richiesta, nessuna poi comoda rispetto casa mia. Ma, cercando meglio, ho letto un’intervista rilasciata da Eva, che sì, trattava questa tipologia di anelli, e in più era nativa di Padova, la mia città. Lei ora vive a Como, ma comunque torna a “casa” una volta al mese. “Forse è un segno”, mi sono detto, ed ho quindi deciso di contattarla subito tramite mail. Lei mi ha risposto già dal giorno successivo e si è dimostrata collaborativa, disponibile e trasparente fin da subito. Io che, ovviamente, non sono del mestiere e di anelli non ne capisco davvero nulla, mi sono completamente affidato a lei e dopo aver fissato l’appuntamento presso il suo laboratorio orafo patavino, ho capito che avevo scelto una professionista che avrebbe fatto al caso mio.

Con enorme calma e precisione mi ha spiegato come avrebbe lavorato, mostrandomi diversi esempi di anelli che aveva elaborato, sottolineando che comunque non sarebbe stato possibile farne di uguali, perché il suo lavoro consiste nel riproporre solo ed esclusivamente pezzi unici. Mi ha posto delle domande per cercare di capire alcune particolarità mie e di Sara per riuscire a capire che tipologia di anello etico sarebbe stato perfetto per il giorno della fatidica domanda. Nel periodo nel quale non era a Padova ci sentivamo tramite messaggi o mail, e dopo aver realizzato alcuni bozzetti sulle idee che avevamo trovato in fase di appuntamento, ho scelto l’anello per la mia Sara. Eva è stata molto gentile, facendomi capire che avevo fatto un’ottima scelta, e poi, via telefonica, mi ha aiutato a scegliere la texture finale per rendere ancora più unico ciò che stava creando. In più ho scelto di usare oltre al diamante, anche l’oro etico, visto che c’era questa possibilità, di sicuro Sara avrebbe molto apprezzato.

Anello etico creato per Sara, con diamante e oro etico certificati.

Di lì a pochi giorni, prima di incastonare il diamante, ho ricevuto le foto evolutive del mio anello etico, e sono stato davvero contento ed emozionato del meraviglioso risultato che Eva è riuscita a compiere col proprio talento. Ora dovevo solo attendere di andarlo a ritirare, tutto il resto, giornata per la consegna a Sara compresa, era già organizzato…

Andrea

Io e Andrea stiamo insieme da tanto tempo e da qualche anno abbiamo iniziato a convivere, accogliendo anche la nostra amica a 4 zampe Jackie in quella che ormai è la nostra famiglia. Ci siamo conosciuti per caso e da allora non ci siamo mai lasciati. Sono felice con Andrea.

Una sera sono tornata a casa tardi dal lavoro e ho trovato sopra al tavolo una lettera e una rosa. Sulla lettera c’era scritto di prepararmi e di seguire le indicazioni mandatemi via whatsapp. E’ iniziata una caccia al tesoro di 10 rose rosse, che alla fine mi ha portato ad incontrare Jackie e Andrea in cima ad uno dei colli euganei. Abbiamo cenato sotto alle stelle e poi le abbiamo guardate. Mentre osservavo la luna gialla e luminosa, mi sono voltata e Andrea, inginocchiato come nelle migliori favole, mi ha dato una piccola scatolina e mi ha fatto la proposta più speciale, che io, devo essere sincera, aspettavo da anni!! Al suo interno un anello spettacolare, speciale, come non l’avevo mai visto prima! Non potevo credere ai miei occhi.

Sara e Andrea sorridenti dopo la proposta di matrimonio tanto attesa!

Di questo anello etico amo tutto, il fatto che sia unico e che sia stato pensato da Andrea e Eva solo per me, il fatto che sia diverso da qualsiasi altro anello di fidanzamento, il colore particolare, le due facce di texture diverse. Ogni tanto mi fermo a guardarlo e a guardare come brilla…la cosa però che amo di più è il fatto che Andrea abbia voluto assecondare il mio desiderio di indossare un diamante etico e abbia addirittura trovato il modo di farlo fare anche di oro etico (cosa che non avevo mai sentito)! Questo per me dà ancora più valore all’anello, alla proposta, a tutto.

Grazie Eva, grazie Andrea.

Adesso stiamo pensando alle fedi …

Sara

Comments are closed.