Materiali fedi matrimoniali: quali materiali sono più adatti?

Condividi l'amore:

Ditemi quello che volete, ma per me una fede nuziale che non sia in oro non è degna di questo nome. Sì, probabilmente sarò impopolare, ma sul materiale di cui dovrebbe essere fatto l’anello che porteremo al dito per tutta la vita non ho assolutamente intenzione di transigere.

Materiali fedi matrimoniali? Oro e nulla più.

Fedi nuziali in oro giallo, con fianchi battuti a martello.

Perché? Semplice, è il metallo per eccellenza, il più favoloso di tutti. E’ puro, come puro dovrebbe essere l’amore tra due persone che si accingono a scambiarsi la promessa d’amore eterno. E cosa, meglio dell’oro, potrebbe coronare il giorno più bello della vostra vita?

Per quanto io sia stata abbastanza chiara e non vi abbia lasciato alcun dubbio in merito alle mie preferenze, ora posso parlarvi di tutti gli altri materiali delle fedi matrimoniali… Di fedi nuziali ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche, così da non deludere nessuno. L’oro bianco, al giorno d’oggi, è il materiale più in voga per le fedi nuziali; quello giallo è stato un po’ messo in un angolo per fare spazio al nuovo. In più è molto elegante ma al tempo stesso sobrio, ragione principale per cui molte coppie di promessi sposi tendono a sceglierlo.

Fedi nuziali in oro bianco, curve e battute a martello.

Poi, c’è l’oro giallo. Quello che i nostri genitori, ma anche i nostri nonni, quasi sicuramente porteranno ancora al dito. Il fatto che sia un classico non significa che non sia più attuale, anzi. Non è raro infatti trovare chi preferisca una fascia gialla semplice e senza ornamenti, al bagliore di un anello in oro bianco. Probabilmente nell’immaginario di queste persone la fede nuziale può essere solo gialla, è un simbolo ben chiaro e riconosciuto.

Molto simile all’oro giallo c’è l’oro rosa, in lega il rosa ha una piccola percentuale di rame più generosa, questa è l’unica differenza. Negli ultimi anni l’oro rosa sta vivendo una rinascita ed una riscoperta.

Alcune rare coppie optano per il platino, è un metallo che come l’oro puro và usato in lega. Il platino è più fragile dell’oro e più complesso da lavorare artigianalmente. Un bel pò di anni fa, quando il suo prezzo superava quello dell’oro, veniva proposto alle coppie di sposi, come il metallo prezioso per eccellenza… oggi non è più così.

Ancor più ricercato, ma alla portata di pochi, è il palladio. Io propongo ai miei clienti delle fedi personalizzate al palladio, o meglio fatte con una lega d’oro al palladio. Questa lega d’oro è senza nichel, è bella da lavorare anche a mano ed ha un colore rosato davvero molto particolare.

fedi personalizzate in oro al palladio.

L’argento può essere un’alternativa molto economica ma poco duratura, infatti col passare del tempo si consuma e sareste costretti a cambiare le fedi nuziali a qualche anno di distanza dal sì.

Più resistente dell’argento e indicato per i promessi sposi che devono fare i conti con le irritazioni provocate da alcuni metalli, è l’acciaio, antiallergico e low cost.

Le leghe d’oro rimangono le più adatte per creare fedi nuziali personalizzate e artigianali. Essendo tanto duttile e malleabile, credo che il design di una fede nuziale in oro sia impareggiabile: un orafo artigiano, lavorandolo, può sbizzarrirsi al massimo, dando vita ad un gioiello che sarà originale e assolutamente unico nel suo genere. L’oro è anallergico e inossidabile, quindi non si corre il rischio di dover acquistare una nuova coppia di fedi nuziali dopo poco tempo dal matrimonio. Non si usura e, in generale, resiste bene ai graffi e alle possibili deformazioni. Di quanti altri materiali si può dire tutto questo?!

Ecco perché, fossi in voi, non avrei troppi dubbi. Se vi ho convinti allora non vi resta che contattarmi.

Eva

Fedi personalizzate, in oro giallo e bianco.

Fedi artigianali con diverse finiture di superfici e leghe d’oro.

Fedi nuziali particolari, in oro al palladio.

Comments are closed.